Archivio per giugno 2011

NOI IL RAZZISMO CE LO MANGIAMO!

29 giugno 2011

Sabato 2 luglio
dalle ore 19.30

FESTA DI FINE ANNO DELLA SCUOLA DI ITALIANO PER STRANIERI DELL’ASSOCIAZIONE LE RADICI E LE ALI
BUFFET CON PIATTI DA TUTTO IL MONDO

Ciascun partecipante e’ invitato a portare una specialita’ del suo paese o della sua regione

Presso:  SpaziOdazione (casetta verde in via Odazio, nel parco tra via Lorenteggio e via Giambellino). Tram 14 – Bus 50 61 64

PARTECIPAZIONE LIBERA, CONTRIBUTO CULINARIO OBBLIGATORIO, SOTTOSCRIZIONE CONSIGLIATA

Puoi confermare la tua presenza sulla pagina facebook dell’evento

Annunci

Referendum stravinto: Acqua, da oggi si cambia

14 giugno 2011

Ancora emozionati per una vittoria che non e’ esagerato definire epocale e che ci ripaga di tutto il lavoro di quest’ultimo anno e mezzo, pubblichiamo qui il comunicato stampa ufficiale del Comitato Referendario 2 Si’ per l’Acqua Bene Comune

Referendum stravinto: Acqua, da oggi si cambia

Nonostante il boicottaggio sistematico da parte dei grandi mass media, nonostante i tentativi trasversali di trasformare la campagna referendaria nell’ennesimo scontro politicista tutto interno al Palazzo, le donne e gli uomini di questo Paese hanno risposto con una straordinaria partecipazione al voto e con un’inondazione di SI.
SI, la gestione dell’acqua dev’essere sottratta al mercato; SI, sull’acqua non si possono fare profitti.
Questo ha detto l’intero popolo italiano vincendo una grande battaglia di civiltà.
E’ stata una campagna straordinaria che ha attraversato ogni angolo del Paese con allegria e determinazione: e il popolo italiano ha risposto, dimostrando come un’intera società sia in movimento per la riappropriazione sociale dell’acqua e dei beni comuni e per riconquistare la democrazia.
Da oggi niente sarà più come prima.
Con questo straordinario voto, per la prima volta dopo due decenni, il popolo italiano ha sonoramente sconfitto le politiche liberiste e l’idea che l’intera vita delle persone debba essere assoggettata al mercato.
Le donne e gli uomini di questo Paese hanno detto con meravigliosa chiarezza che un altro mondo è possibile, che la gestione dell’acqua dev’essere ripubblicizzata, che i beni comuni devono essere difesi, che un’altra democrazia è necessaria.
Questo limpido voto dice anche quali dovranno essere i prossimi passi.
L’abrogazione del famigerato decreto Ronchi richiede una nuova normativa. Dal 2007 è depositata in parlamento una legge d’iniziativa popolare,promossa dal Forum italiano dei movimenti per l’acqua con oltre 400.000 firme: dev’essere immediata portata alla discussione ampia e partecioativa delle istituzioni e della società.
L’abrogazione dei profitti dall’acqua richiede l’immediata riduzione delle tariffe pagate dai cittadini, nonchè la convocazione, ATO per ATO, di assemblee territoriali che definiscano tempi e modi della ripubblicizzazione del servizio idrico in ogni territorio.
E’ stata una straordinaria traversata per l’acqua e la democrazia.
E’ il tempo della festa. In tutte le piazze. Con tutte le donne e gli uomini che ci hanno creduto.
Ora possiamo guardare al futuro con nuova fiducia.

Roma, 13 giugno 2011

Comitato Acqua Bene Comune Zona 6 Milano

info: acqua.bene.comune.zona6@gmail.com

 

IL 12-13 GIUGNO VOTA SI PERCHE’ L’ACQUA E’ VITA, IL NUCLEARE E’ MORTE

7 giugno 2011

Il 12 e il 13 giugno saremo chiamati alle urne per votare alcuni referendum.
In particolare come associazione ci siamo impegnati in questi mesi all’interno del Comitato Acqua Bene Comune zona 6 Milano sui due quesiti che riguardano la gestione dei servizi idrici, per fermare e invertire il processo di privatizzazione dell’acqua, e su quello che intende abrogare la legge che prevede la costruzione di nuove centrali nucleari in Italia.

Crediamo che tali referendum riguardino tematiche di vitale importanza per il futuro nel nostro paese e dell’umanità in generale.
Per questo, a pochi giorni dal voto, facciamo appello a tutti affinche’ convincano a votare amici, parenti, colleghi, vicini di casa … chiunque non sia ancora convinto della necessita’ di andare a votare e votare SI; il coinvolgimento del maggior numero di persone possibili e’ fondamentale perche’ se non andranno a votare almeno la metà degli aventi diritto al voto più uno (circa 25 milioni di italiani) il referendum non sarà valido e il risultato sara’ che la gestione dell’acqua verra’ privatizzata e potranno costruire nuove centrali nucleari.
Per aiutarti nell’intento di diffondere le tematiche dei referendum riportiamo qui il materiale informativo che il Comitato Acqua Bene Comune zona 6 Milano ha prodotto e diffuso in questi mesi chiedendoti di inoltrarlo, con o senza questo testo, a chiunque tu ritenga opportuno.

Volantino sui referendum sull’acqua e sul nucleare

Quesiti referendari acqua semplificati

Quesito referendario nucleare semplificato

Manifesto acqua vignetta Altan

Manifesto acqua e nucleare Simpson

Manifesto nucleare Simpson

 
Buon voto!

 

Per ulteriori approfondimenti:

http://www.referendumacqua.it/
http://www.fermiamoilnucleare.it/
http://acquapubblicamilano.wordpress.com


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: