Archive for the ‘Antirazzismo’ category

Le peculiarità del razzismo in Italia

3 aprile 2012

L’associazione Le radici e le ali Onlus
organizza un incontro sul tema:

LE PECULIARITÀ DEL RAZZISMO IN ITALIA

In una società, lo si voglia o meno, sempre più multiculturale il razzismo persiste e si autoalimenta nelle varie forme in cui si esprime: istituzionale, mediatico e popolare.
Questo fenomeno, che non è certo solo italiano, assume da noi forme specifiche che lo differenziano da come si manifesta in altri paesi.
Per combattere questa piaga tuttora in gran parte sottovalutata dai più, è utile approfondirne il più possibile la conoscenza in tutti i suoi aspetti, consapevoli che sconfiggerla richiederà un impegno nè facile nè breve.

Venerdì 13 Aprile – ore 21

ASSEMBLEA PUBBLICA

con Annamaria Rivera docente di Antropologia all’Università di Bari

presso il Laboratorio di Quartiere (la casetta verde in via Odazio 7, nel parco tra via Lorenteggio e via Giambellino a Milano – Tram 14 – Bus 50, 64)

Scarica la locandina dell’iniziativa

Annunci

Festa di fine anno

12 dicembre 2011

L’associazione Le radici e le ali ONLUS organizza la

FESTA DELLA SCUOLA DI ITALIANO PER STRANIERI

con

MUSICA E PIATTI DA TUTTO IL MONDO!

e lo spettacolo dell’attore e autore senegalese

MOHAMED BA
“SONO INCAZZATO BIANCO”

monologo breve su immigrazione, precarieta’ e disoccupazione

Vi aspettiamo numerosi!

VENERDI 16 DICEMBRE 2011 – ore 20

Presso:  SpaziOdazione (la casetta verde in via Odazio, nel parco tra via Lorenteggio e via Giambellino a Milano). Tram 14 – Bus 50 61 64

INGRESSO A OFFERTA LIBERA

Scarica la locandina dell’iniziativa

Giornata d’azione globale contro il razzismo

2 dicembre 2011

Giornata d’azione globale contro il razzismo
per i diritti dei migranti, rifugiati e sfollati

MANIFESTAZIONE Sabato 17 dicembre
ore 14.30 Piazzale Loreto (angolo via Padova)

Questo dicembre 2011 sarà speciale. Non solo per le feste natalizie ma perché per la prima volta, in tutto il mondo, ci saranno delle iniziative per affermare il loro NO al razzismo, il diritto dei migranti a stabilirsi nel paese che scelgono, il diritto dei rifugiati ad avere una accoglienza degna, il diritto degli sfollati a non essere sfrattati dalla propria terra.
Questa giornata d’azione globale è nata nel Foro Mondiale delle Migrazioni a Quito 2010 e nel 2011 ha poi trovato conferma nel Foro Sociale Mondiale a Dakar.
In quei luoghi migliaia di persone hanno ribadito il diritto di migrare come scelta e il diritto a vivere nel proprio paese senza essere costretti a fuggire e insieme hanno deciso di organizzare svariate iniziative, intorno al 18 dicembre, data in cui l’Onu ha firmato la convenzione per i diritti dei lavoratori migranti e le loro famiglie non recepita da nessun paese occidentale.
È necessario che il movimento dei migranti, dei rifugiati e degli sfollati si riconosca come un movimento globale, perché globale è la crisi creata dai poteri contro i quali ci scontriamo. Per questo vogliamo che la giornata di azione globale attraversi anche Milano!
Vogliamo si ascolti la voce di chi ha lottato contro la sanatoria truffa e la farsa dei decreti flussi, per avere meccanismi di regolarizzazione che permettano ai migranti, che vivono e lavorano in questo paese, di uscire dalla clandestinità. Vogliamo che venga ritirato il decreto sul permesso di soggiorno a punti, ultimo colpo di coda del governo Berlusconi.
Vogliamo i diritti di cittadinanza per tutti: dal diritto di voto per i migranti alla riforma della legge sulla cittadinanza perché i figli degli immigrati siano anche figli del paese in cui nascono o crescono.
Vogliamo si ascolti la voce dei profughi scappati dalle guerra in Libia e da altre guerre. La gestione emergenziale ed improvvisata del governo rischia di farli cadere in una situazione di irregolarità, rigettando le loro domande di domanda di asilo. Loro hanno diritto a un permesso per motivi umanitari!
Vogliamo ribadire che gli essere umani hanno il diritto di circolare liberamente, per questo non devono esistere e vanno aboliti luoghi come i Centri di detenzione nei quali si limita la libertà e i diritti fondamentali delle persone.

Vieni anche tu a manifestare!
Migranti e Nativi uniti, cittadini di questa nuova Milano meticcia!

Comitato Milanese per la Giornata d’Azione Globale info@globalmigrantsaction.org

Scarica il volantino

 

 

Capire il razzismo per sconfiggerlo

14 marzo 2011

L’associazione
organizza un ciclo di incontri sul tema:

Capire il razzismo per sconfiggerlo

Che ruolo svolge il razzismo e che forma assume oggi? Su cosa fa leva il discorso razzista per essere egemone?
Quali sono le dinamiche che muovono chi lo esercita e le conseguenze in chi lo subisce?
Con questa serie di incontri ci proponiamo un intento semplice e ambizioso al tempo stesso: rispondere a queste e ad altre domande per cercare di capire un fenomeno che ha un’importanza fondamentale nel discorso pubblico attuale.
Non intendiamo tale percorso come fine a se stesso, bensì finalizzato a costruire collettivamente una sorta di “cassetta degli attrezzi” per la battaglia, necessariamente lunga e difficile, per  comprendere, contrastare e sconfiggere il razzismo.

venerdì 25 marzo – ore 21
Immigrazione e razzismo nell’Italia contemporanea
con Fabio Quassoli – Professore di Sociologia presso l’Università di Milano-Bicocca

venerdì 1 aprile – ore 21
Il razzismo istituzionale oggi: la legislazione italiana
con Giuliano Lapesa – del Servizio legale del Naga

venerdì 8 aprile – ore 21
Gli aspetti psicologici del razzismo
con Alessandra Manzoni – Psichiatra e Psicoanalista SPI

Tutti gli incontri si svolgeranno presso la sede dell’associazione

L’ingresso è gratuito

Scarica il volantino

L’associazione
Le radici e le ali Onlus
organizza un ciclo di incontri sul tema:

Capire il razzismo per sconfiggerlo

Che ruolo svolge il razzismo e che forma assume oggi? Su cosa fa leva il discorso razzista per essere egemone?
Quali sono le dinamiche che muovono chi lo esercita e le conseguenze in chi lo subisce?
Con questa serie di incontri ci proponiamo un intento semplice e ambizioso al tempo stesso: rispondere a queste e ad altre domande per cercare di capire un fenomeno che ha un’importanza fondamentale nel discorso pubblico attuale.
Non intendiamo tale percorso come fine a se stesso, bensì finalizzato a costruire collettivamente una sorta di “cassetta degli attrezzi” per la battaglia, necessariamente lunga e difficile, per  comprendere, contrastare e sconfiggere il razzismo.

venerdì 25 marzo – ore 21
Immigrazione e razzismo nell’Italia contemporanea
con Fabio Quassoli
Professore di Sociologia presso l’Università di Milano-Bicocca

venerdì 1 aprile – ore 21
Il razzismo istituzionale oggi: la legislazione italiana
con Giuliano Lapesa
del Servizio legale del Naga

venerdì 8 aprile – ore 21
Gli aspetti psicologici del razzismo
con Alessandra Manzoni
Psichiatra e Psicoanalista SPI

Tutti gli incontri si svolgeranno presso la sede dell’associazione in
Via Giambellino 150/A – Milano
(Ex Acqua Potabile)

L’ingresso è gratuito

Dalla sanatoria truffa alla torre di via Imbonati

1 dicembre 2010

A settembre 2009, pochi mesi dopo aver creato il reato di clandestinità, il governo emette un provvedimento di sanatoria per i soli lavoratori immigrati impiegati come Colf o Badanti; questo ha spinto tra le braccia di truffatori senza scrupoli migliaia di persone che facevano altri tipi di lavoro.
A marzo 2010, dopo che circa 300mila immigrati hanno fatto domanda e versato i relativi contributi, vengono cambiate le carte in tavola: non essere mai stati condannati per clandestinità diventa una condizione necessaria per l’accoglimento della domanda.
Risultato: migliaia le domande rigettate e circa 100mila quelle ancora in attesa di una risposta.
Dopo mesi di proteste inascoltate la lotta contro questa truffa di Stato compie un salto di qualità quando a Brescia alcuni immigrati decidono di salire sopra una gru; pochi giorni dopo anche a Milano succede lo stesso su una torre in via Imbonati.
Queste le rivendicazioni derivate dalla mobilitazione:

  1. rilascio del permesso di soggiorno per chi ha partecipato alla “sanatoria truffa”;
  2. prolungamento del permesso di soggiorno per chi ha perso il lavoro;
  3. rilascio del permesso di soggiorno per chi denuncia il datore di lavoro in nero o lo sfruttamento sul lavoro;
  4. emanazione di una legge che garantisca il diritto di asilo;
  5. riconoscimento del diritto di voto per chi vive in Italia da almeno 5 anni;
  6. riconoscimento della cittadinanza per chi nasce o cresce in Italia.

Ne parliamo con
Edda Pando del Comitato Immigrati in Italia
Giuliano Lapesa del Naga

ASSEMBLEA PUBBLICA
VENERDI 3 DICEMBRE 2010 – ORE 21:00

presso i locali dell’associazione

Scarica la locandina dell’iniziativa


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: