Archive for the ‘Cineforum’ category

Cineforum d’autunno – parte seconda

4 novembre 2013

Il viaggio attraverso il cinema: quattro storie per raccontare le passioni e le speranze di chi parte o di chi fugge.

wall_e9 Novembre, ore 21

WALL•E

Regia: Andrew Stanton.

Animazione,  durata 97 min.

USA – 2008

Un’odissea d’amore fantascientifica, tecnologicamente umana e romantica: è la storia di Wall-e,  l’ultimo robot rimasto sulla terra dopo che gli umani l’hanno abbandonata perché invasa dai rifiuti.

fratello_dove_sei16 Novembre, ore 21

Fratello, dove sei? 

Regia: Joel Coen, Ethan Coen.

Titolo originale O Brother, Where Art Thou?

Commedia,  durata 110 min.

USA – 2000

Un capolavoro metaforico, divertente e citazionista che si ispira all’Odissea. Tre galeotti evadono dal carcere per mettersi alla ricerca della refurtiva di un colpo compiuto tanti anni prima.

una_storia_vera23 Novembre, ore 21

Una storia vera Regia: David Lynch

Titolo originale The Straight Story

Drammatico, durata 111 min.

USA, Francia – 1999

E’ la vera storia di un 73enne deciso a far visita al fratello. I due non hanno mai avuto un grande rapporto, ma Alvin decide di affrontare il viaggio a bordo di un tagliaerba piuttosto malconcio e la strada è lunga…

mediterraneo30 Novembre, ore 21

Mediterraneo

Regia: Gabriele Salvatores.

Commedia, durata 95 min.

Italia – 1991

1941, seconda guerra mondiale. Otto militari italiani ricevono l’ordine di recarsi su un’isoletta greca per controllare l’effettiva ritirata dei tedeschi e presidiare la zona. Parla della fuga da una realtà che non si comprende o non si vuole accettare e per la quale è inutile un tentativo di cambiamento, la nostalgia del gruppo e il viaggio, inteso come privo di una destinazione predefinita.

Tutti i film si svolgeranno presso la sede dell’associazione.
L’ingresso è gratuito.

Annunci

Cineforum d’autunno

23 settembre 2013

Quattro sabati per quattro film da tutto il mondo per raccontare il bisogno di libertà e il male causato da chi ha provato a negarla.

image001 Sabato 28 settembre, ore 21

 “Porco Rosso”

Regia: Hayao Miyazaki

Animazione, Giappone

Anno: 1992

Italia, periodo tra le due guerre mondiali. Un misterioso pilota di aerei dalle sembianze di maiale, detto Porco Rosso, è il terrore dei pirati del Mare Adriatico, almeno finché questi non si affidano all’americano Curtis, avventuriero spavaldo che sfida Porco Rosso a duello. Sotto le vesti del divertissement, un’opera che lascia emergere il lato più politico e libertario di Miyazaki.

image002Sabato 5 ottobre, ore 21

“Il concerto”

Regia: Radu Mihăileanu

Commedia, Francia, Italia, Romania, Belgio

Anno: 2009

Andreï Filipov è un direttore d’orchestra deposto dalla politica di Brežnev e derubato della musica e della bacchetta. Rifiutatosi di licenziare la sua orchestra, composta principalmente da musicisti ebrei, è costretto da trent’anni a spolverare e a lucidare la scrivania del nuovo e ottuso direttore del Bolshoi. Un fax indirizzato alla direzione del teatro è destinato a cambiare il corso della sua esistenza.

image003Sabato 19 ottobre, ore 21

“L’onda”

Regia: Dennis Gansel

Drammatico, Germania

Anno: 2008

Rainer Wenger, insegnante di educazione fisica con un passato da anarchico rockettaro, per spiegare ai suoi studenti liceali il concetto di autocrazia li coinvolge in un esperimento di “regime dittatoriale” fra i banchi di scuola. Per una settimana dovranno rispondere al rigido sistema disciplinare di “Herr Wenger”, conformarsi ad un codice di abbigliamento e lavorare assieme in un’ottica di organismo gerarchico, isolando o reprimendo eventuali dissidenti.

image004Sabato 26 ottobre, ore 21

“To be or not to be”

Regia: Ernst Lubitsch

Commedia, USA – V.O. con sottotitoli

Anno: 1942

Joseph Tura e sua moglie Maria sono gli attori di punta di una compagnia teatrale polacca che vorrebbe allestire una satira antinazista ma viene bloccata prima dalla censura e poi dall’invasione e dall’occupazione della Polonia da parte di Hitler stesso. Il tenente Sobinski, spasimante di Maria, parte per arruolarsi nella resistenza ma torna rocambolescamente a Varsavia con la notizia che una pericolosa spia, di nome Siletsky, va fermata prima che sia troppo tardi. Saranno le doti attoriali di Maria e di Joseph a compiere l’impresa, in un trionfo di travestimenti e scambi di persona.

Tutti i film si svolgeranno presso la sede dell’associazione.
L’ingresso è gratuito.

Le Città dei Migranti

21 gennaio 2013

Le_città_dei_migrantiLa Rete delle Scuole Senza Permesso, di cui l’associazione fa parte, organizza la  rassegna cinematografica “Le Città dei Migranti”, un viaggio attraverso il mondo e i volti diversi dell’immigrazione.

Cinque film molto belli e molto profondi, per far conoscere realtà straniere e per aiutare a capire.

L’ultimo film è la nostra storia, narra della nostra immigrazione, per un ribaltamento dei piani e della prospettiva, per osservarci attraverso lo specchio.

Al termine di ogni film un piccolo dibattito al quale partecipano i testimoni di questa immigrazione, con le loro storie, le vostre domande.

Le Scuole Senza Permesso, organizzano corsi di lingua italiana per tutti gli immigrati, regolari e non. Perché crediamo che parlare la stessa lingua aiuti l’integrazione e sconfigga emarginazione e sfruttamento. Che l’integrazione sia il primo passo per la conoscenza e la valorizzazione delle differenze culturali. Che imparare a conoscerci aiuti a capirci. E che capirci aiuti a rispettarci a vicenda.

Da Gennaio a Maggio 2013 presso il Cinema Ariosto, via Lodovico Ariosto 16 – Milano – Tel. 0248003901

Per maggiori informazioni

http://www.scuolesenzapermesso.org

E-mail: lecittadeimigranti@scuolesenzapermesso.org
Web: facebook.com/lecittadeimigranti

Scarica Materiale informativo

Programma A4 pdf a colori
Programma A4 pdf bianco e nero
Locandina A3 pdf zip

Cineforum novembre e dicembre

2 novembre 2010

Venerdì 5 novembre
“Soul Kitchen”
Regia: Fatih Akin
Anno: 2009

Commedia piena di ironia che si snoda attorno al Soul Kitchen, un ristorante di Amburgo gestito da un cuoco di origine greca. Problemi fisici gli imporranno di passare la mano ad un altro cuoco che, a colpi di buona cucina e buona musica, trasformerà completamente il locale…

 

Venerdì 19 novembre
“Il mio amico Eric”
Regia: Ken Loach
Anno: 2009

Un terzo di fantasia della classe operaia, un terzo di unità, un terzo di solidarietà, un’abbondante spolverata di calcio e un campione indimenticato come ciliegina sulla torta: questi gli ingredienti abilmente dosati da Ken Loach per questo film che sa far ridere ma sa anche -tanto- far pensare.

 

Venerdì 3 dicembre
“Tutta colpa di Giuda”
Regia: Davide Ferrario
Anno: 2008

Chi vuole interpretare Giuda -l'”infame” per antonomasia- in una recita sulla passione di Cristo organizzata all’interno di un carcere? E poi c’è proprio bisogno di un Giuda? Un film “nel carcere e non sul carcere” attraversato dalla riflessione sui temi religiosi.

 

Venerdì 17 dicembre
“L’ospite inatteso”
Regia: Tomhas Mc Carthy
Anno: 2008

Walter, vecchio e stanco professore di economia, scopre quasi per caso che il suo vecchio appartamento di New York è stato affittato con l’inganno ad una giovane coppia di immigrati. In questa situazione surreale, pur fra mille ostacoli, i tre saranno capaci di relazionarsi con umanità. La nostra società, sempre più chiusa su sè stessa, ne è ancora capace?

Tutti i film si svolgeranno alle ore 21:30 presso la sede dell’associazione.
L’ingresso è gratuito.

Scarica la locandina

Venerdi’ 19 febbraio – Un giorno senza messicani

17 febbraio 2010

Venerdi’ 19 febbraio – ore 21:30

Un giorno senza messicani

Regia: Sergio Arau

Anno: 2004

Cosa succederebbe se un giorno all’improvviso tutti gli immigrati scomparissero?
Se il regista Sergio Arau risponde alla domanda sul terreno della fantasia, sta a noi dare una risposta sul terreno della realta’ contribuendo a costruire il 1 marzo la giornata di sciopero transnazionale dei lavoratori immigranti e autoctoni uniti contro il razzismo.

www.primomarzo2010.it

Venerdi’ 29 gennaio – Train de vie

27 gennaio 2010

Venerdi’ 29 gennaio – ore 21:30

Train de vie – Un treno per vivere

Regia: Radu Mihaileanu

Anno: 1998

E’ possibile affrontare l’immane tragedia della shoah con ironia, senza scadere nella volgarita’?
Evidentemente si’: questo film lo fa e lo fa bene.
Da segnalare la traduzione dei dialoghi in italiano curata da Moni Ovadia.

Cineforum ottobre-novembre

7 ottobre 2009

la_felicita_porta_fortunaVenerdì 9 ottobre

“La felicità porta fortuna”

Regia: Mike Leigh

Anno: 2008

Storia di Poppy, insegnante inglese che, nonostante una vita apparentemente complicata, ha raggiunto un perfetto equilibrio fra sè e gli altri. Possono gli insegnanti italiani aspirare a tanto in epoca Gelmini?
_

si_puo_fareVenerdì 23 ottobre

“Si può fare”

Regia: Giulio Manfredonia

Anno: 2008

Nello (Claudio Bisio) è un ex-sindacalista che si trova a dirigere una cooperativa di malati psichiatrici da poco liberati dal manicomio. Non senza difficoltà e battute d’arresto, porterà i membri della cooperativa ad una vera indipendenza. Tributo (non apologetico) alla legge Basaglia in occasione dei suoi 30 anni.

_

louise_michelVenerdì 6 novembre

“Louise Michel”

Regia: Benoît Delépine e Gustave de Kervern

Anno: 2008

In epoca di crisi economica trovare dove tenere i risparmi di una vita può essere problematico. Non così per un gruppo di lavoratrici dalle idee molto chiare: licenziate per la chiusura improvvisa della fabbrica dove hanno lavorato una vita decidono di impiegare la loro misera liquidazione per assoldare un killer che uccida il padrone…

_

l'orchestra_di_piazza_vittorioVenerdì 13 novembre

“L’orchestra di Piazza Vittorio”

Regia: Agostino Ferrente

Anno: 2006

All’Esquilino, a Roma, il cinema Apollo sta per essere trasformato in sala Bingo, ma un gruppo di cittadini non si rassegna alla perdita del solo luogo potenzialmente di cultura del quartiere e inizia una lotta per salvarlo e rilanciarlo. In questo contesto vede la luce l’orchestra di Piazza Vittorio, esperienza musicale che coinvolge artisti da ogni angolo del pianeta.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: